Come da consuetudine, alle ore 20.15 di sabato 25 novembre si sono spente le luci del grande salone del ristorante “Canadì” di Spino d’Adda – tutto esaurito per l’occasione – e si è accesa la luce verde che ha dato inizio del 24º Gran Premio della Solidarietà. A luci soffuse e colorate un sottofondo musicale ha accompagnato l’entrata dei campioni del mondo, l’ex pilota motociclistico Loris Capirossi, l’ex pilota di Formula 1 Pier Luigi Martini, che nel 1990 con una Minardi parti in prima fila al fianco del grande Ayrton Senna; quindi è stata la volta del due volte campione del mondo di Rally Miki Biasion, il quale, sebbene febbricitante, non ha voluto mancare all’invito; e c’erano Gian Carlo Minardi e, naturalmente, la signora Maria Pia Regazzoniaccompagnata dalla figlia Alessia. Tra un piatto e l’altro venivano condotte le interviste a cura del fondatore e presidente onorario Giacomo Tansini, ben supportato dal Consiglio direttivo, in primis dal presidente don Luigi Avanti che a inizio serata ha riassunto tutte le iniziative allestite dal Club Clay Regazzonii durante l’anno, giustificando i fondi raccolti e a chi saranno devoluti. Ecco, quindi, i rappresentanti degli enti beneficiari, a partire dal dottor Michele Spinelli, direttore del reparto di Unità spinale di Niguarda di Milano; a seguire la signora Claudia Gasperini responsabile della casa di accoglienza e centro ricupero di Montecatone; infine, il dottor Guido Molinero, direttore del Centro di riabilitazione di Mozzo, accompagnato dal sig. Claudio Tombolini, presidente dell’Associazione Disabili Bergamaschi. I fondi raccolti nel 2017, consegnati dai supertestimonial alle tre realtà sopra citate ammontano a 40.000 euro; anche gli illustri ospiti sono stati omaggiati dal sig. Tansini con il prezioso “Casco d’oro” alla memoria di Clay Regazzoni, nell’undicesimo anno dalla sua scomparsa. Un ringraziamento, infine, va a tutti i membri del Consiglio direttivo del Club Clay Regazzoni unitamente ai dirigenti del Minardi-Club Paullo-Castelleone. Grazie a tutti loro è stato possibile anche quest’anno allestire un’impegnativa ma soddisfacente serata all’insegna dello sport combinato con la solidarietà.

Sottocategorie

Chi Siamo

Il Clay Regazzoni Memorial Room è la stanza dei ricordi dedicata al pilota ticinese. È interamente gestita dalla Famiglia nella persona della moglie Mariapia e dei figli Alessia e Gian Maria. Il suo scopo è quello (oltre a rivivere le gesta del pilota) di raccogliere fondi destinati alla ricerca a favore della paraplegia, ultima “Mission” del grande pilota automobilistico.

Contatti

Via Arbostra 34

6963 Lugano - Pregassona

Svizzera

Tel: +41 91 972 68 33

Fax: +41 91 972 68 52

Email: info@clayregazzoni.com

Informativa - Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.